VIAGGI E CAFFE’: COME ORDINARE UN ESPRESSO IN EUROPA

Quante volte, durante un viaggio in un Paese straniero, vi è capitato di ordinare un caffè al bar e ritrovarvi davanti una tazzina fumante di qualcosa che non assomigliava, se non vagamente, a quello che noi chiamiamo Espresso?

Si sa, noi italiani sul caffè siamo molto esigenti: che sia normale, lungo, ristretto o macchiato ci piace riconoscere nella tazzina il sapore del vero caffè dal gusto bilanciato e intenso, che lasci al palato un piacevole retrogusto anche dopo averlo bevuto. Ma se non abbiamo a disposizione le nostre miscele preferite Aroma Vero perché stiamo viaggiando all’estero, come fare a ordinare qualcosa che assomigli al nostro amato Espresso?

Gli italiani a Londra ormai lo sanno bene, il termine caffè, ovvero “coffee”, non è quello più adatto da utilizzare. Complicato dite? Tutt’altro: basterà chiedere direttamente un “Espresso” per avere quello che desiderate, aggiungendo “single” per il normale e “double” per il lungo. Facile no?

E se pianifichiamo un viaggio dai nostri vicini francesi? Attenzione, qui, alle alternative che possiamo trovare: con “café au lait” si intende caffè con aggiunta di latte, “renversé” invece è l’equivalente del nostro caffelatte in cui la quantità di latte è doppia rispetto a quella di caffè, mentre “café crème” è caffè con panna liquida. Quindi, Per avere qualcosa che si avvicini il più possibile a un Espresso la corretta ordinazione è un “cafè serrè” (ovvero ristretto).

In Germania, fate attenzione quando ordinate “eine Kaffe” senza specificare altro: è molto probabile vi troverete davanti un Cafè Creme, un caffè lungo realizzato con un’apposita macchina con doppio portafiltro. Le usanze in Germania sono molto diverse dalle nostre ed effettivamente non è così facile riuscire a trovare un Espresso; in genere in questo Paese il caffè si sorseggia a lungo, magari accompagnato da un dolce. Provate a calcare l’accento sulla “e” finale, avrete sicuramente più successo.

Spagna che passione, ma anche qui attenzione alle varianti: per un Espresso all’italiana potete chiedere un “Café Solo”, ovvero un caffè nero ristretto, mentre se chiedete un “Café Cortado”, vi verrà portato un macchiato.

Il Portogallo e la sua atmosfera magica vi attirano?  Niente paura, qui potete semplicemente ordinare un “Expresso”, con diverse varianti: “Un’italiana”, se lo desiderate ristretto, “Cheio” per avere una versione più lunga e “Duplo” per avere un espresso doppio.

E ora, non mi resta che augurarvi buon viaggio!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: