Cos’è il Monk Fruit?

Chi conosce il Monk Fruit alzi la mano!
Io ho scoperto l’esistenza di questo frutto solo pochi anni fa, quando un mio amico, di ritorno dalla Cina, mi portò una confezione di estratto di Monk Fruit essiccato.

Noto da secoli alla medicina tradizionale cinese, questo piccolo frutto un tempo coltivato dai monaci, spopola in Occidente soltanto da poco.
Ma perché? Cosa fa? E cosa racchiude nel suo guscio marrone?

Il Monk Fruit altro non è che un potentissimo edulcorante. Una volta essiccato, l’estratto di questo frutto si trasforma in un dolcificante 250 o addirittura 300 volte più dolce dello zucchero.
Dunque ne basterà una puntina, direte voi, per rendere più dolci i vostri caffè; beh, non solo! Il vero plus è che non contiene carboidrati e neppure calorie e, in più, non aumenta la glicemia.

Sono le sue proprietà ad essere davvero eccellenti.
Pensate che in passato il Monk Fruit veniva addirittura usato per curare mal di gola e raffreddore, perché ricco di vitamina C.
Inoltre pare essere un edulcorante sicuro per grandi e piccini, senza distinzione.

Non resta che provarlo. Provatelo nel vostro caffè, nelle tisane o anche nei dolci e fatemi sapere cosa ne pensate.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: