Tradizione padovana in tazza

Chi va a Padova lo sa, il caffè Pedrocchi è un’istituzione.

Elegante nel suo stile ottocentesco, centrale nel pieno cuore della città e assolutamente raffinato, questo locale è uno dei simboli di Padova.

Inaugurato nel 1831 da Antonio Pedrocchi, questo caffè diventò presto un punto di ritrovo di studenti, artisti e letterati.

I nomi altisonanti ci sono tutti: Stendhal, Ippolito Nievo, Gabriele d’Annunzio…
L’arte qui ha sempre fatto da padrona e gli artisti che sono passati tra i tavoli del caffè sono davvero tantissimi.

La speciale modernità di questo locale, risiede nella rara capacità di mantenere i punti di forza della tradizione reinventando quelli più contemporanei regalando ai clienti un connubio perfetto tra esperienza, capacità, storia e modernità.

Dalle feste, ai balli fino alle riunioni massoniche, si è passati alla creazione di un ambiente considerato nevralgico da tutta la città.

Ma cos’ha di così tanto speciale questo posto?
Se non ci siete mai stati andate e non dimenticatevi di chiedere il celebre caffè Pedrocchi: un espresso servito in tazza grande con un’emulsione di panna e menta e con una spolverata di cacao.

Mint and coffee beans

Il cavallo di battaglia di questo locale che conquista il palato grazie ad un eccellente caffè caldo unito ad una sensazione fresca ed avvolgente.
Ma attenzione, questo caffè non si zucchera e non si mescola!

Una vera e propria chicca insomma, che non potete proprio bypassare.
Io in queste giornate caldissime non posso farne a meno e da quando l’ho scoperto, ad un ‘pedrocchi’ dico sempre di sì.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: