I patiti europei del caffè? Vivono a nord

Primato europeo per il consumo pro-capite di caffè? Finlandia. Primato europeo per il caffè più caro? Norvegia. Sono i paesi nordici, insomma – e non, come si sarebbe portati a pensare, Italia, Francia ecc. – gli stati dove la bevanda scura impera

caffe_addicted700

Secondo i dati diffusi da Tirreno C.T. e Balnearia – saloni dedicati all’ospitalità e al food&wine tenutisi a Marina di Carrara a febbraio di quest’anno – il Belpaese, tra i principali produttori al mondo di miscele e macchine da caffè, è ‘solo’ decimo in Europa per i consumi pro capite. La Finlandia è lo Stato da battere, ma bisognerebbe superare i suoi oltre 11 kg di caffè all’anno consumati …a testa!

Situazione opposta per lo Stivale, dove, secondo i dati della Camera di Commercio di Milano, si trovano a sud i più grandi patiti del caffè. La media nazionale delle tazzine a testa però è di tutto rispetto: è di ben 4 caffè al giorno.

Parliamo di prezzi? Se volete un caffè al bar in Norvegia servono ben 4,5 euro, mentre a Lisbona costa meno che in molte città italiane: ve la cavate con 90 centesimi di euro. In Italia la tazzina più cara è quella torinese, dove si supera l’euro di tre centesimi, mentre a Napoli siamo allineati agli spagnoli, con una tariffa a tazzina di 0,91 centesimi di euro.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: